Tutti i segreti della Pasta di Zucchero

La Pasta di zucchero, base del cake design, necessita di alcuni accorgimenti importanti per essere lavorata e conservata a dovere. In particolare nei periodi caldi tende infatti a divenire molto appiccicosa e difficilmente modellabile.

Per prima cosa va detto che la PDZ si conserva aperta per alcune settimane in funzione della zona e della stagione.

Cosa teme invece? La PDZ non deve essere conservata in frigorifero, mai, nemmeno con il caldo più torrido! Un altro nemico della PDZ è l’aria che la secca, rendendola dura e impossibile da modellare.

Come conservarla? Il miglior modo per conservare la Pasta di Zucchero, una volta aperta, è tenerla al riparo dall’aria, quindi utilizzate la pellicola trasparente e un sacchetto. Quando è estate l’alta temperatura può renderla molto molle e quindi difficile da modellare, la cosa migliore è tenerla in un posto freddo: una dispensa, una cantina, un locale con l’aria condizionata,  ricordando sempre di chiuderla bene nella pellicola.

Attenzione, se lavorate la pasta di zucchero in un locale con aria condizionata state attenti a:
– mantenere la pasta dentro i sacchetti e chiudeteli bene
– non utilizzare più pasta del necessario se no si secca e poi non è utilizzabile
– cercate di lavorarla velocemente perché seccandosi diventa fragile

Cosa utilizzare per non farla attaccare durante la lavorazione? Per lavorare la pasta di zucchero e non farla attaccare esistono diverse soluzioni in base al tipo di lavorazione:

  • per standerla io mi trovo molto bene ad utiizzare un foglio di carta da forno leggermente spolverizzato di zucchero a velo
  • per i cutter e gli stampi in silicone la cosa migliore è ungere leggermente la pasta con le mani unte di olio di semi
  • per i petali dei fiori, quando si lavorano sul tappetino, si utilizza la maizena.

Attenzione, evitate un uso eccessivo di maizena o zucchero a velo che possono creare problemi, tendono a seccare l’impasto che poi tende a spaccarsi.

Vuoi acquistare la PDZ? clicca qui